Ricordando Paul Volcker

Nota del redattore:

Kohn ha pronunciato queste osservazioni in una celebrazione della vita dell’ex presidente della Fed Paul Volcker.

Donald Kohn

Robert V. Roosa Cattedra di Economia Internazionale

prepararsi per questo evento, stavo leggendo la storia orale, Paul Volcker sinistra presso la Fed. Lo consiglio vivamente: 340 pagine di analisi politica dettagliata, riflessioni personali e storia inestimabile degli sviluppi economici statunitensi e globali del dopoguerra, che ha plasmato in tanti modi critici. Il mio nome compare a pagina 148 in associazione con il salvataggio di Chrysler del 1979, che è stato il mio primo rapporto di lavoro stretto con Paul, e si scopre che gli devo ancora più di quanto pensassi. Dice: “Ho assegnato Don Kohn al lavoro (pensavo che il mio capo, Jim Kichline, avesse qualcosa a che fare con questo). L’ho addestrato; ha ottenuto una formazione extrascolastica.”Seguito da . Sto ancora cercando di interpretarlo .

Volcker è stato messo sul bordo di prestito, sopra le sue obiezioni, perché Sen. William Proxmire non si fidava del Tesoro per non dare via il negozio, e sapeva che Paul sarebbe stato frugale con i dollari dei contribuenti come lo era con i suoi. C’erano molti aspetti della mia formazione in questo ruolo, ma il più importante era guardare il maestro abbracciare ed eseguire su un obiettivo di politica pubblica. Sapeva che la legge gli aveva dato una mano molto forte nella contrattazione con i costituenti Chrysler e ha giocato quella mano con tutta la forza nelle sue discussioni con Doug Fraser, il capo della United Automobile Workers (UAW). Paul aveva un obiettivo per quello che la UAW aveva bisogno di rinunciare in termini di salari e ha tenuto a che in una sessione molto dura con Fraser che ho partecipato. Ricordo di aver pensato che Fraser aveva alcuni buoni punti e solo un po ‘ di dare avrebbe permesso a tutte le parti di essere vincitori, ma Paul sapeva perché era stato messo sul tabellone e cosa doveva fare. Non c “era dare, l” UAW ha accettato la proposta Volcker, Chrysler appeso per un paio di decenni, Fraser poi detto Volcker è stato il più duro bargainer che aveva incontrato nel corso della sua carriera, e Don Kohn ha avuto la sua formazione extrascolastica.

ho anche lavorato con lui all’interno, la crisi finanziaria che ha seguito la Volcker disinflazione dei primi anni 1980. Si scopre che razionale, efficiente dei mercati nel 1970 non anticipare il cigno nero di Paul Volcker, e i prezzi delle attività speculativa immerso nel 1980 come l’inflazione scese e rimase in giù, con potenziali conseguenze per il sistema finanziario. Pensate a argento, i fratelli Hunt e Bache; i prezzi del petrolio, Penn Square e Continental Illinois, e terreni agricoli e il sistema federale Farm Credit. Qui, la lezione del maestro era di proteggere il sistema ma non il peccatore—e ciò richiedeva fatti, analisi e flessibilità. Il sistema finanziario traballò, ma rimase in posizione verticale, mentre i fratelli Hunt persero tutto come fecero i proprietari di Continental Illinois, e le agenzie di credito agricolo furono riformate e riorganizzate sotto un regolatore di nuova autorità.

Attraverso i primi anni 1980, sono stato arruolato nella sua battaglia per proteggere la portata della supervisione di vigilanza e regolamentazione della Fed contro le predazioni del Vice Presidente George H. W. I tentativi di Bush di dare un senso al sistema di regolamentazione finanziaria frammentato e sovrapposto negli Stati Uniti. Paul riconobbe le carenze del sistema, e decenni dopo la Volcker Alliance inventò uno schema di riorganizzazione molto intelligente che, come i molti precedenti, non ottenne alcuna trazione contro gli interessi acquisiti che proteggevano lo status quo. Quando la task force di Bush minacciava scrivevamo discorsi e andavamo alle riunioni del personale inter-agenzia armati di alcuni principi: La Fed sarà ritenuta responsabile per il legislatore e la pubblica per l’instabilità finanziaria, anche se non ha sufficiente autorità; le banche sono state speciali e essenziale per preservare la stabilità e il corretto funzionamento dei mercati finanziari; pertanto, la Fed ha bisogno di avere un importante dire la supervisione delle banche; e tacito in pubblico, le banche di riserva necessari per avere qualcosa da fare oltre kibitz sulla politica monetaria per giustificare la loro esistenza. Alla fine, le raccomandazioni di Bush per il consolidamento normativo lontano dalla Fed non sono state sottovalutate da tutta quell’analisi Volcker intelligente e ben studiata, ma piuttosto da una comunità inaspettata di interesse con un improbabile alleato-Don Regan, che non comprerebbe le implicazioni del piano Bush per il Controllore e il Tesoro.

Naturalmente, il suo risultato più noto e più duraturo come Presidente stava conquistando l’inflazione. Ero troppo giovane membro dello staff per essere presente alla famosa riunione del 6 ottobre 1979 del Federal Open Market Committee quando passò dalla fissazione di un tasso di interesse alla fissazione di un obiettivo di offerta di moneta, ma fui coinvolto in seguito. Era determinato a ridurre l’inflazione, ma nessuno sapeva quanto alti tassi avrebbero bisogno di andare a realizzare questo. Il processo di politica monetaria incrementale di voto su ogni decisione sui tassi probabilmente non sarebbe arrivato nel posto giusto e non era credibile nei mercati, specialmente dopo aver ottenuto solo l’approvazione del consiglio per un aumento del tasso di sconto a metà settembre. C’erano prove sufficienti che collegavano l’offerta di moneta all’inflazione per lunghi periodi per rendere credibile e probabile il passaggio a un obiettivo basato sulla quantità nel tempo. Il passaggio agli obiettivi monetari e di riserva ha fornito una logica per aumenti dei tassi molto ampi che è stato più facile da attuare in seno al Comitato e più facile da spiegare in pubblico—era la domanda di denaro che stava aumentando i tassi, non una decisione deliberata da parte della Fed.

Tuttavia quelli erano tempi difficili—economicamente e politicamente. Tassi di interesse del 20 per cento e tassi di disoccupazione del 10 per cento; anelli di trattori intorno all’edificio del consiglio; uffici pieni di 2×4 spediti dai costruttori; dimostrazioni dei consumatori fuori dall’edificio; parlare del suo impeachment al Congresso. In risposta alle proteste dei consumatori, ha accettato di inviare membri del consiglio e personale senior per incontrare gruppi di consumatori in tutto il paese. È stata un’esperienza molto spiacevole, segnata da ostilità, molestie e richieste di informazioni finanziarie personali. Paul ha riconosciuto il sacrificio che ci aveva chiesto di fare e ha avuto una cerimonia nel suo ufficio che ci ha premiato purple hearts per le ferite subite al servizio della banca centrale. Confesso con un piccolo grado di soddisfazione quando alla fine del round di incontri, il gruppo è entrato nella sala del consiglio della Fed e si è comportato in un modo che ha guadagnato al Presidente il suo cuore viola.

“le decisioni su quando allontanarsi da particolari strategie richiedono una prospettiva ancora più ampia, una maggiore sottigliezza di pensiero e analisi, e fiducia nel proprio giudizio e capacità di convincere gli altri rispetto alle decisioni di intraprendere tali strategie in primo luogo. Paul Volcker aveva gli attributi richiesti in grande abbondanza.”

Penso che possiamo trarre un paio di lezioni per le politiche pubbliche dalla sua gestione della lotta contro l’inflazione. In primo luogo, una volta identificato un importante obiettivo di politica pubblica e una linea d’azione per raggiungerlo, attenersi ad esso, riconoscendo che i costi a breve termine saranno di gran lunga superiori ai guadagni a più lungo termine. E, la disinflazione Volcker posto le basi per due decenni e mezzo di crescita quasi ininterrotta. Ma in secondo luogo, una volta che il calcolo dei costi a breve termine e dei guadagni a più lungo termine si ribalta, fai marcia indietro. Questo è quello che è successo nell’autunno del 1982, quando l’inflazione era notevolmente diminuita ed era ancora in discesa, e gli alti tassi di interesse degli anni precedenti minacciavano la sostenibilità del debito in America Latina e quindi la redditività di diverse importanti banche statunitensi. Il suo libro si intitola “Keeping at It” e questa è una grande descrizione della sua ricerca per tutta la vita di obiettivi chiave di politica pubblica. Ma a volte, all’interno di quell’arco generale, le decisioni su quando allontanarsi da particolari strategie richiedono una prospettiva ancora più ampia, una maggiore sottigliezza di pensiero e analisi e fiducia nel proprio giudizio e capacità di convincere gli altri rispetto alle decisioni di intraprendere tali strategie in primo luogo. Paul Volcker aveva gli attributi richiesti in grande abbondanza.

Quando è uscita la notizia della sua scomparsa, ero a Londra e Brookings ha chiesto una dichiarazione ai giornalisti. Ecco cosa ho detto: Per me, era mentore, modello di ruolo e amico. Ha respinto alcune delle tecnologie della moderna banca centrale-l’obiettivo esplicito di inflazione, la trasparenza, la facilità con nuovi strumenti finanziari. Ma aveva gli elementi essenziali di coraggio, integrità, devozione al servizio pubblico e un laser come concentrarsi sui prezzi e la stabilità finanziaria che lo ha reso un grande banchiere centrale. Siamo stati fortunati ad averlo tra noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.