Modern Day Dragons: The Dangerous Secrets of Fire Breathing

Giovedì, novembre 24, 2011

Anche se la respirazione implica un atto in due parti di inspirare ed espirare, respirazione fuoco è un po ‘ un termine improprio in quanto non è destinato a descrivere l’inalazione reale del fuoco! In realtà dovrebbe essere chiamato fuoco che soffia, con l’esecutore espellendo un boccone di carburante su una fonte di fuoco (di solito una torcia), e permettendo al carburante di accendersi quando spruzzato in aria, dando l’illusione di un’espirazione di fuoco.

Si ritiene che la storia della respirazione del fuoco risalga alle prime produzioni umane di alcol nell’antica Persia, pre-risalenti anche all’antico Egitto. Da allora, la respirazione del fuoco è stata a lungo utilizzata sia come forma d’arte misteriosa che divertente. Fatto di due componenti, carburante e una fonte di fiamma, sputa fuoco suona abbastanza semplice. Ma in realtà è un compito molto serio e complicato che non dovrebbe mai essere tentato da individui inesperti. Chiedi a qualsiasi esecutore di fuoco e ti diranno che è la più pericolosa di tutte le arti del fuoco, ponendo i maggiori pericoli per l’esecutore e causando innumerevoli ustioni e persino morti anno dopo anno. Ecco perché non possiamo sottolinearlo abbastanza, per favore non tentare di sputare fuoco da soli.

La prima cosa che uno sfiato deve fare è scegliere il suo carburante e la sua fonte di fiamma. È molto importante scegliere il carburante giusto poiché molti combustibili possono essere tossici e cancerogeni. Inoltre, ogni carburante ha un punto di infiammabilità diverso, ovvero la temperatura più bassa alla quale il carburante si accende. Ai fini della respirazione del fuoco, i combustibili con un punto di infiammabilità più elevato sono più sicuri dei combustibili con un punto di infiammabilità inferiore, che possono accendersi più rapidamente, consentendo potenzialmente alla fiamma di diffondersi nella bocca. Respiratori prendono in considerazione diversi altri fattori quando si sceglie un combustibile tra cui sapore, odore, colore della fiamma, visibilità della fiamma, spessore del fumo, e la quantità di fumo.

zen-fire-breather-crowdUn combustibile molto comune utilizzato è il cherosene, principalmente perché il suo alto punto di infiammabilità lo rende uno dei più sicuri. La paraffina, nota anche come olio per lampade, è anche una fonte di carburante comunemente preferita a causa del suo alto punto di infiammabilità. Combustibili come nafta, butano e propano (tutti i fluidi più leggeri molto comuni) sono più pericolosi a causa dei loro bassi punti di infiammabilità, nonché per i loro effetti cancerogeni. Gli alcoli dovrebbero anche essere evitati per la loro tossicità, i bassi punti di infiammabilità e la loro capacità di causare ubriachezza che può inibire la concentrazione durante l’esecuzione. L’etanolo può causare ubriachezza semplicemente attraverso l’assorbimento, il che significa che non è necessario ingerire. Questo copre il campo degli spiriti, che molti idioti ubriachi amano cercare di espellere e accendere il fuoco. Il metanolo è una cattiva scelta per la sua elevata tossicità, che può causare cecità e disturbi neurologici. Inoltre, alcuni artisti usano l’amido di mais come fonte di carburante, anche se inalarlo accidentalmente nei polmoni è molto facile e può causare gravi infezioni.

Per una fonte di fiamma, la maggior parte dei performer evita accendini e fiammiferi perché sono troppo piccoli e troppo vicini al corpo. La fonte di fiamma più comunemente usata è una torcia, con torce metalliche che sono le più sicure. Il legame sulle torce è molto importante, quindi nessuna parte cadrà, in particolare lo stoppino. Gli stoppini non dovrebbero essere fatti di ovatta, cotone o stracci, poiché bruceranno abbastanza rapidamente. Anche molti stoppini negli Stati Uniti sono ancora fatti di amianto, quindi gli artisti devono assicurarsi che stiano utilizzando stoppini non amianto.
La parte più difficile della respirazione del fuoco è padroneggiare la consistenza dello spray e la direzione. Il carburante deve essere espulso come uno spray fine simile alla nebbia per accendersi correttamente. Se espulso troppo pesante, un combustibile si accende e semplicemente cadere a terra. Se troppo leggero, può essere difficile ottenere il carburante per accendere a tutti. Uno sfiato fuoco deve assicurarsi che il carburante è appannato giusto per aumentare la superficie del carburante, e fornire il rapporto perfetto di carburante, ossigeno e calore per causare la combustione.

La direzione ideale del carburante espulso dovrebbe essere ad un angolo di 60-80 gradi. Troppo basso e il fuoco può colpire parti del corpo. Troppo alto e può ricadere in faccia. Quando espulso abbastanza orizzontalmente, la respirazione del fuoco spesso assomiglia a una palla di fuoco. Più proiezioni verticali creano pilastri o pennacchi di fiamme. Molti respiratori hanno un sacco vario di trucchi che possono eseguire, ma uno dei più comuni è il respiro del drago, che comporta un respiro di fuoco verticale sostenuto senza una torcia tenuta davanti alle fiamme.

Alcuni dei record sputafuoco più importanti si sono verificati abbastanza di recente. La fiamma più alta mai registrata appartiene ad Antonio Restive, un americano che ha fatto esplodere un 26 ft 5 in pillar of fire in un magazzino di Las Vegas l ‘ 11 gennaio 2011. Il premio per la maggior parte delle fiamme soffiate in un minuto va al predicatore Muad’dib, che ha soffiato 85 fiamme durante un programma televisivo italiano il 27 aprile 2011. Infine, indubbiamente uno dei più strani record di respirazione del fuoco, il maggior numero di fiamme passate si è verificato a Burning Man nell’agosto del 2007, in cui un singolo respiro di fuoco è stato passato ad altri 21 respiratori.

zen-arts-fire-breather-playPoiché la respirazione del fuoco è una delle arti più pericolose del circo, la sicurezza è della massima importanza. I respiratori dovrebbero sempre avere individui addestrati nelle vicinanze che saranno in grado di usare un estintore, un asciugamano umido e una coperta antincendio per spegnere strumenti o persone in fiamme in caso di situazione. Respiratori anche bisogno di essere molto attenti dei loro dintorni, soprattutto se si esibiscono all’aperto, come cambiamenti nella direzione del vento potrebbe causare una fiamma di tornare in faccia esecutori, un evento noto come blowback. Per questo fatto i respiratori dovrebbero solo espellere sottovento, o eseguire all’interno quando possibile. Devono anche essere consapevoli di qualsiasi cosa combustibile intorno a loro compresi materiali, tessuti, alberi, piante e, naturalmente, persone. Inoltre, gli artisti dovrebbero sempre legare i capelli lunghi indietro e astenersi dall’indossare profumi, lacca per capelli, deodorante spray o altri prodotti aerosol.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, il cotone 100% viene utilizzato dalla maggior parte dei respiratori, mentre il poliestere e altri materiali sintetici sono evitati perché possono facilmente sciogliersi. Il cotone trattato resistente alla fiamma è ottimo per gli artisti che utilizzano combustibili altamente combustibili. In generale, però, meno vestiti indossati meglio è. Ecco perché molti artisti respirano in topless o in abiti minimi. Plus…it sembra davvero caldo!

Sputafuoco è dotato di una propria serie di rischi, pericoli ed effetti, che vanno dal minimo al fatale. Tra gli effetti più banali c’è la bocca secca o la bocca di cotone, causata da lunghi periodi di carburante trattenuto in bocca. Questo può essere prevenuto bevendo molta acqua in anticipo. La pelle secca o rossa è anche comune, causata da irritazioni allergiche al carburante o dalla vicinanza della pelle al fuoco, causando lievi effetti di ustione. A causa del fatto che i peli del viso sono spesso bruciati, molti artisti cercano di mantenere un aspetto rasato.

zen-arts-fire-breatherAlcuni effetti più gravi includono mal di stomaco o nausea causati dall’ingestione accidentale di carburante o tracce di carburante che si riversano nell’esofago attraverso la saliva della bocca. Questo può essere evitato ingerendo una miriade di integratori in anticipo tra cui: antiacidi, compresse di carbone, latte o panna, o amidi come pane o patate (che aiutano a assorbire il carburante e lasciarlo passare dal sistema). Mal di testa, vertigini e altri effetti ubriachi sono anche comuni dall’ingestione di carburante e dovrebbero essere trattati con gli stessi metodi di trattamento della disidratazione: consumando molta acqua ed elettroliti. Infine tosse secca da fumo o inalazione di nebbia combustibile sono frequenti pure, ma dovrebbe placarsi prendendo pause prolungate da eseguire.

Gli effetti più gravi della respirazione antincendio sono i tumori della bocca, dei polmoni, della gola, dei reni o persino del fegato. Il contenimento prolungato di alcuni combustibili in bocca può anche causare malattie gengivali o smalto indebolito. Le ulcere gastriche sono un evento tipico, così come l’avvelenamento da carburante, che simile ad altri tipi di avvelenamento, provoca diarrea, vomito, nausea, dolori di stomaco, agitazione, sudorazione e visione offuscata. Infine, il pericolo più grande e più evidente è ustioni, con blowbacks in faccia e altre parti del corpo un evento molto comune, e la gravità delle ustioni che vanno da minore 1 ° gradi a più gravi 2 ° e 3 ° gradi, o anche la morte.

Anche se sei in grado di sfuggire a tutto quanto sopra, c’è un altro serio pericolo di sputare fuoco che ti impedirà di entrare nello sport: sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS), noto anche come polmone di sfiato del fuoco. ARDS è un’infiammazione cronica del parenchima polmonare, che compromette il corretto scambio di gas. Quando il carburante viene inalato, può rimanere bloccato negli alveoli dei polmoni, che sono piccole sacche d’aria dove si verifica lo scambio di ossigeno. Se ciò accade, il corpo crede che il carburante sia un invasore proprio come qualsiasi virus, e le reazioni immunitarie entrano in gioco. Il plasma pieno di globuli bianchi riempie gli alveoli per attaccare il carburante, causando il riempimento degli alveoli di liquido, inibendoli dall’ossigenazione del sangue. A questo punto il paziente ha una polmonite chimica in piena regola, nota anche come polmonite da sfiato di fuoco.

ARDS-lungPurtroppo non esiste una cura per ARDS e la metà di tutti i pazienti muore. Anche una piccola quantità di carburante inalato può causare ARDS, specialmente con combustibili idrocarburici come benzina e cherosene. Il trattamento di solito comporta l’aumento della pressione di ossigeno nei polmoni per intubazione, in cui il paziente è collegato a una macchina respiratoria. A quel punto l’unica cosa da fare è aspettare che la situazione si risolva da sola. Se sopravvissuto, molti pazienti subiranno danni estesi, gravi e permanenti ai polmoni, permettendo loro di non respirare mai più normalmente. Alcuni possono aver bisogno di ossigeno a casa per il resto della loro vita.

Simile a ARDS, l’inalazione di paraffina può causare polmonite lipidica, in cui l’olio ricopre i tessuti polmonari impedendo il corretto assorbimento di ossigeno e l’espulsione di anidride carbonica.

La morale della storia let prendiamoci cura del fuoco che sputa e tu ti prendi cura di meravigliarti nello smarrimento. Per prenotare un fuoco Zen sfiato chiamare 855-ZEN-ARTS o e-mail a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.