Giocatori con il maggior numero di anelli del Super Bowl

© Al Bello / Getty Images L’obiettivo finale di ogni squadra NFL è vincere il Super Bowl. I lasciti dei grandi giocatori sono definiti dai titoli che hanno vinto o perso. Molti giocatori possono aiutare le loro squadre a guadagnare un campionato, ma ci vuole un giocatore davvero speciale, combinato con una grande organizzazione, per iniziare e mantenere una dinastia.

La NFL esisteva in qualche forma per più di quattro decenni prima della creazione del Super Bowl-inizialmente una mostra tra il campione della NFL e la sua nuova lega rivale la AFL. Le leghe si fusero per la stagione 1970, ma il Super Bowl persistette ed è ora l’evento più visto in televisione ogni anno.

24/7 Wall St. recensito record NFL su riferimento Pro-Football per determinare i giocatori NFL con il maggior numero di anelli Super Bowl.

Quasi tutti gli atleti che hanno vinto un gran numero di campionati lo hanno fatto decenni fa. Nel corso del tempo, la NFL ha aggiunto più franchise e allungato la stagione, aumentando il livello di concorrenza. Con più partite e più squadre in competizione per un posto nei playoff, la strada per il Super Bowl è diventata più dura.

Solo due giocatori nella storia della NFL hanno mai vinto cinque anelli del Super Bowl. Ci sono più di 30 altri giocatori legati per il terzo posto con quattro campionati Super Bowl. Quasi tutti questi giocatori erano membri di una grande dinastia be che si tratti di quattro squadre Super Bowl dei Pittsburgh Steelers nel 1970 o dei San Francisco 49ers nel 1980 e nei primi anni 1990. I Niners hanno vinto cinque trofei Lombardi nel giro di 14 anni, ma nessun giocatore è stato in squadra per tutte quelle 14 stagioni.

Clicca qui per vedere il giocatore con il maggior numero di anelli del Super Bowl.

© Andy Lyons / Getty Images

Uno dei più grandi kickers frizione di tutti i tempi, Adam Vinatieri colpito game-winning 48 – e 41-yard field goal per dare i Patriots loro primi due Super Bowl. Dopo aver aiutato New England a vincere un terzo Super Bowl in quattro anni, Vinatieri firmò come free agent con gli Indianapolis Colts, dove vinse il suo quarto anello nel 2007.

© La Z. L. Furness Archive / Gus Macentyre / Wikimedia Commons

Steve Furness ha lavorato la sua strada da essere un tackle difensivo di riserva nei suoi primi anni di carriera a partire al fianco di Joe Greene su Pittsburgh decantato Steel Curtain Defense. Furness registrò un sack chiave in entrambi i Super Bowl XIII e XIV.

© U. S. Navy / Wikimedia Commons

Sebbene non sia entrato nella NFL Hall of Fame come molti dei suoi compagni di squadra degli Steelers, L. C. Greenwood fu una forza dominante, facendo sei Pro Bowl e venendo nominato All-Pro due volte. Il suo momento migliore come Steeler è stato probabilmente il Super Bowl X, quando ha licenziato il quarterback dei Dallas Cowboys Roger Staubach quattro volte, incluso il primo gioco della partita.

© Justin K. Aller / Getty Images

Le prime due stagioni NFL di John Stallworth furono le prime due stagioni dei Pittsburgh Steelers, 1974 e 1975. Fu usato con parsimonia all’inizio, ma si sviluppò in una grande arma. Nelle sue ultime due vittorie Super Bowl, Stallworth ha registrato un combinato sei prese per 236 yard e tre touchdown.

© Getty Images / Getty Images

Franco Harris era il running back o fullback titolare per l’intera dinastia degli Steelers 1970. Una stella istantanea, Harris ha fatto il Pro Bowl in ciascuna delle sue prime nove stagioni. Ha accumulato più di 15.000 yard totali nella sua carriera nella Hall of Fame ed è stato nominato MVP del Super Bowl IX.

© George Rose / Getty Images

Eric Wright aveva un talento per fare grandi giocate nei grandi momenti come cornerback durante la dinastia dei San Francisco 49ers degli anni 1980. Il prodotto dell’Università del Missouri ha contribuito a sigillare il primo titolo dei Niners, quando ha intercettato il quarterback dei Cincinnati Bengals Ken Anderson alla fine del quarto quarto del Super Bowl XVI. Ha anche intercettato Dan Marino nel Super Bowl XIX.

© Per gentile concessione di Topps

28. Gerry Mullins
>Anelli: 4
>Posizione, squadra: Guardia: Pittsburgh Steelers
>Anni attivi: 1971-1979
> Riconoscimenti: n / a

Un giocatore versatile, Gerry Mullins ha giocato a destra tackle, guardia sinistra, e la guardia destra per il potente attacco Pittsburgh Steelers nel 1970. Mullins ha iniziato a guardia destra in tutti e quattro i Super Bowl Steelers ha vinto durante quell’epoca.

© Gene Sweeney Jr. / Getty Images

Matt Millen ha la particolarità di essere l’unico giocatore a vincere Super Bowl per quattro città diverse. Millen aiutò la franchigia dei Raiders a vincere due Super Bowl first prima a Oakland nel suo anno da rookie, poi a Los Angeles. Si trasferì ai San Francisco 49ers, e li aiutò a vincere il Super Bowl XXIV. Tecnicamente vinse un Super Bowl con i Washington Redskins durante la stagione 1991, anche se la squadra lo mise nella lista inattiva andando nei playoff.

© Cindy Ord / Getty Images

Prima di redigere Terry Bradshaw primo assoluto nel 1970, i Pittsburgh Steelers erano una franchigia sfortunata, facendo i playoff solo una volta dalla loro fondazione nel 1933. La leadership di Bradshaw e la propensione a lanciarlo in profondità hanno aiutato gli Steelers a fare 11 apparizioni nei playoff nei suoi 14 anni e vincere quattro campionati. Bradshaw è stato nominato due volte MVP del Super Bowl.

© George Rose / Getty Images

25. Mike Wilson
> Anelli: 4
> Posizione, il team(s): Wide receiver: San Francisco 49ers
> Anni di attività: 1981-1990
> Riconoscimenti: n/a

Mike Wilson servito come una opzione di backup per i San Francisco 49ers nel 1980. Non ha mai accumulato più di 450 yard ricevute in una stagione, e anche se ha quattro anelli Super Bowl, ha fatto solo una cattura nella sua carriera Super Bowl.

© Public Domain / Wikimedia Commons

Jack Lambert contribuì a stabilire il tono fisico che divenne il biglietto da visita degli Steelers nel 1970. Lambert fu nominato Rookie difensivo dell’anno nel 1974, la prima stagione del Super Bowl di Pittsburgh. Ha continuato a guadagnare presenze Pro Bowl in ciascuna delle sue prossime nove stagioni, così come sei All-Pro designazioni per andare avanti con i suoi quattro anelli.

© Per gentile concessione di Topps

23. Larry Brown
> Anelli: 4
> Posizione, il team(s): Attrezzatura/tight end: Pittsburgh Steelers
> Anni di attività: 1971-1984
> Riconoscimenti: 1x Pro Bowl

Larry Brown è stato inizialmente redatto come affrontare, ma gli Steelers si trasferirono tight end. Ha iniziato a tight end durante le prime due gare del Super Bowl di Pittsburgh, anche se non ha preso molti passaggi in quella posizione. La squadra lo spostò a tackle destro, dove iniziò per le successive otto stagioni, vincendo altri due titoli e il suo unico posto al Pro Bowl nel 1982.

© Otto Greule Jr / Getty Images

Joe Montana guidò i San Francisco 49ers a quattro Super Bowl, vincendo il Super Bowl MVP in tre di essi. “Joe Cool” era il quarterback perfetto per eseguire l’attacco della West Coast dell’allenatore Bill Walsh. Montana e i Niners scelto difese a parte durante il 1980, rendendo i playoff nove dei 10 anni in cui Montana è stato il QB di partenza.

© Per gentile concessione di Topps

21. Loren Toews
> Anelli: 4
> Posizione, il team(s): Linebacker: Pittsburgh Steelers
> Anni di attività: 1973-1983
> Riconoscimenti: n/a

Loren Toews ha servito come un backup di linebacker per gran parte degli Steelers’ 1970 dinastia, se lui ha inizio per il team per un paio di anni, tra il 1978, anno in cui la squadra ha vinto il suo terzo titolo.

© Thos Robinson / Getty Images

Jack Ham è nato e cresciuto in Pennsylvania ed è andato a Penn State prima di essere redatto dal suo Steelers casa-stato. Ham era una forza dominante a linebacker. Fu nominato All-Pro team per sei anni consecutivi, a partire dal 1974 fino al 1979 the gli anni in cui gli Steelers 1970 vinsero il loro primo e ultimo Super Bowl, anche se saltò l’ultimo Super Bowl a causa di un infortunio.

© George Rose / Getty Images

Mel Blount fu uno dei tre Steelers consecutivi a portare a casa il premio di Defensive Player of the Year durante gli anni settanta. Blount lo vinse nel 1975, quando guidò la NFL con 11 intercetti (fu preceduto da Joe Greene e seguito da Jack Lambert). Blount ha avuto un intercetto importante sia nel Super Bowl IX e Super Bowl XIII per aiutare gli Steelers tirare fuori la vittoria in partite ravvicinate.

© Brian Bahr / Getty Images

La carriera da giocatore di Bill Romanowski è stata piena di incidenti controversi e talvolta violenti. Ma è stato anche pieno di successo. Romanowski vinse due titoli consecutivi con i San Francisco 49ers nelle stagioni 1988 e 1989, così come con i Denver Broncos nel 1997 e nel 1998.

© Per gentile concessione di Topps

17. Mike Wagner
> Anelli: 4
> Posizione, squadra(s): Defensive back: Pittsburgh Steelers
> Anni attivi: 1971-1980
> Riconoscimenti: 2x Pro Bowl

Giocando nel back-end della Steel Curtain Defense di Pittsburgh, Mike Wagner si assicurò che i quarterback avversari non potessero lanciare sopra le righe. Wagner ha avuto intercettazioni cruciali nei Super Bowl IX e X.

© per gentile concessione di Topps

16. Dwight White
>Anelli: 4
>Posizione, squadra: Defensive end: Pittsburgh Steelers
>Anni attivi: 1971-1980
> Riconoscimenti: 2x Pro Bowl

Anche se Dwight White è a volte oscurato dai giocatori della Hall of Fame sulla difesa dei Pittsburgh Steelers, ha sempre portato il suo gioco ” A ” al Super Bowl. Fece registrare una safety nel Super Bowl IX, due sack nel Super Bowl X, un sack nel Super Bowl XIII e un tackle per perdita nel Super Bowl XIV.

© per gentile concessione di Topps

15. Randy Grossman
>Anelli: 4
> Posizione, team(s): Tight end: Pittsburgh Steelers
> Anni attivi: 1974-1981
> Riconoscimenti: n/a

All’inizio della sua carriera, Randy Grossman è stato un tight end raramente utilizzato per gli Steelers, anche se ha fatto prendere un passaggio da touchdown nel Super Bowl X-la sua unica cattura del gioco. Si è sviluppato in un buon bersaglio per Terry Bradshaw, la pubblicazione di un career-high 37 catture e 448 yard nella stagione 1978.

© Otto Greule Jr / Getty Images

Ronnie Lott è stato uno dei defensive back più temuti nella storia della NFL, noto per i suoi grandi successi dalla posizione di sicurezza. L’Hall of Famer aveva anche enormi capacità di copertura so così buono , infatti, che inizialmente ha giocato cornerback. Lott ha giocato corner per quattro stagioni complete, durante le quali ha vinto due Super Bowl con San Francisco, prima di effettuare il passaggio. Avrebbe continuato a vincere altri due titoli e guadagnare cinque All-Pro designazioni a safety.

© Jason Merritt / Getty Images

13. Rocky Bleier
>Anelli: 4
> Posizione, squadra(i): Running back: Pittsburgh Steelers
> Anni attivi: 1968-1980
> Riconoscimenti: n/a

Rocky Bleier è uno dei pochi giocatori a vincere un campionato universitario e più Super Bowl. Bleier era un running back a Notre Dame, dove ha vinto il Campionato nazionale 1966. Nella NFL, ha preso per lo più un sedile posteriore a Franco Harris.

© Courtesy of Topps

Mike Webster fu un backup per i primi due Super Bowl degli Steelers, ma in seguito divenne il leader della loro linea offensiva. Webster ha fatto cinque squadre All-Pro nelle sue 17 stagioni e in seguito è stato nominato nella Hall of Fame. Purtroppo, Webster è morto nel 2002 ed è diventato il primo giocatore della NFL ad essere diagnosticato con CTE, la condizione del cervello associata ai ripetuti colpi alla testa che i giocatori di football spesso ricevono.

© Per gentile concessione di Topps

11. Sam Davis
> Anelli: 4
> Posizione, il team(s): Guardia: Pittsburgh Steelers
> Anni di attività: 1967-1979
> Riconoscimenti: n / a

Anche se Sam Davis aveva iniziato a guardia sinistra per anni, non era in partenza 11 per i primi due Super Bowl degli Steelers a causa di un infortunio. Nelle sue ultime due stagioni, Davis ha avuto l’opportunità di iniziare il Super Bowl, vincendo entrambi. Dopo aver aiutato gli Steelers a vincere il Super Bowl XIV, Davis si ritirò campione.

© Al Messerschmidt / Getty Images

10. Marv Fleming
>Anelli: 4
> Posizione, team(s): Tight end: Green Bay Packers, Miami Dolphins
> Anni attivi: 1963-1974
> Riconoscimenti: n/a

Marv Fleming divenne il primo giocatore nella storia della NFL a vincere quattro anelli del Super Bowl. Aiutò i Green Bay Packers a vincere il primo e il secondo Super Bowl come tight end titolare. Dopo sette anni a Green Bay, Fleming firmò con i Miami Dolphins, dove vinse nuovamente i Super Bowl back-to-back, incluso come membro dei leggendari Dolphins del ’72, che rimasero gli unici campioni imbattuti del Super Bowl.

© Joe Robbins / Getty Images

Le prime due stagioni del Super Bowl degli Steelers, 1974 e 1975, furono le prime due stagioni di Donnie Shell nella NFL, e giocò relativamente poco. Ma quando gli Steelers vinsero il loro terzo e quarto titolo, Shell era diventata una sicurezza All-Pro e un pezzo cruciale della difesa della tenda d’acciaio.

© Getty Images

Il 6 piedi 7 Ted Hendricks guadagnato il soprannome di “La cicogna pazza” per la sua allampanato telaio. Ha anche guadagnato un posto a Canton come un determinato, linebacker dominante. Originariamente scelto dai Baltimore Colts, aiutò quella franchigia a vincere il Super Bowl V prima di passare a Green Bay per una stagione, poi ai Raiders. Era un membro di tutte e tre le squadre del Super Bowl dei Raiders, ritirandosi in cima dopo aver aiutato i Los Angeles Raiders a vincere il Super Bowl XVIII.

© George Rose / Getty Images

7. Keena Turner
> Anelli: 4
> Posizione, il team(s): Linebacker: San Francisco 49ers
> Anni di attività: 1980-1990
> Riconoscimenti: 1x Pro Bowl

Keena Turner è stato un pezzo chiave nel rendere il calibro di San Francisco 49ers defense championship nel 1980. Prima del suo arrivo, la difesa 49ers è stato costantemente uno dei peggiori nella NFL. Durante le nove stagioni in cui Turner ha tenuto il posto di linebacker esterno di partenza, la difesa di San Francisco si è classificata tra le prime 10 otto volte e ha vinto quattro Super Bowl. La sua migliore stagione fu 1984, quando guadagnò il suo unico posto Pro Bowl e vinse il suo secondo anello.

© Justin K. Aller / Getty Images

“Mean” Joe Greene è uno dei sette giocatori nella storia della NFL ad essere nominato Giocatore difensivo dell’anno più volte. Come placcaggio difensivo, Greene ha impostato il tono fisico e intimidatorio per il resto della difesa di Pittsburgh decantata. Greene è stato un Pro Bowler in 10 delle sue prime 11 stagioni, incluso in ciascuna delle prime quattro stagioni di campionato di Pittsburgh.

© Per gentile concessione di Steel City Collectibles

5. Jon Kolb
>Anelli: 4
> Posizione, squadra(s): Affrontare: Pittsburgh Steelers
> Anni attivi: 1969-1981
> Riconoscimenti: n/a

Jon Kolb fu uno dei soli due giocatori, insieme a Gerry Mullins, a iniziare tutte e quattro le vittorie del Super Bowl degli Steelers nel 1970. Bowl o All-Pro spot, ma era un antipasto costante a sinistra tackle per la squadra durante il 1970, raramente manca un gioco.

© Jared Wickerham / Getty Images

Anche se Lynn Swann fu usato raramente nel 1974-la sua stagione da rookie e la prima stagione del Super Bowl degli Steelers-divenne presto un pezzo chiave dell’attacco degli Steelers. La stagione successiva, Swann guadagnò un posto nel Pro Bowl e fu nominato Super Bowl X MVP per la sua prestazione da 161 yard, che includeva una spettacolare giocoleria che è ancora considerata una delle più grandi giocate nella storia del Super Bowl.

© Al Bello / Getty Images

3. Jesse Sapolu
> Anelli: 4
> Posizione, il team(s): Centro: San Francisco 49ers
> Anni di attività: 1983 a 1997
> Riconoscimenti: 2x Pro Bowl

Mentre altri cinque 49ers in questo elenco vinto quattro campionati nel 1980, Jesse Sapolu è il solo San Francisco giocatore chi ha messo in giro abbastanza a lungo per vincere un quarto anello, nel 1990. Redatto nel 1983, Sapolu è stato un pilastro della San Francisco offensive line, raramente manca un gioco. Un giocatore versatile, Sapolu spostato tra guardia sinistra e centro. Ha anche fatto il Pro Bowl in back-to-back stagioni, una volta come guardia e una volta come centro.

© George Rose / Getty Images

Il primo giocatore a vincere cinque anelli del Super Bowl, Charles Haley catturato la fine di una dinastia e ha contribuito a stabilire un altro. Scelto dai San Francisco 49ers nel 1986, Haley fu un membro chiave delle squadre del campionato 1988 e 1989 dei 49ers, registrando sack a doppia cifra in entrambe le stagioni. Dopo essersi scontrato con la dirigenza dei 49ers, Haley fu scambiato con i Dallas Cowboys dopo la stagione 1991. Ha poi vinto tre Super Bowl nelle sue prime quattro stagioni a Dallas. Haley era un giocatore fantastico grande gioco. Nelle sue cinque apparizioni al Super Bowl, fece registrare 4,5 sack.

© Maddie Meyer / Getty Images

Tom Brady è ampiamente considerato il più grande quarterback di tutti i tempi. Ed è senza dubbio il più riuscito. Brady cadde notoriamente al sesto giro nel Draft NFL 2000, ma quando prese il posto di un infortunato Drew Bledsoe nel 2001, finì per guidare la franchigia alla sua prima vittoria del Super Bowl sui favoriti St. Louis Rams. Da quando è diventato il QB di partenza, Brady non solo non ha mai avuto una stagione perdente, ma ha anche portato i Pats a otto Super Bowl, vincendo cinque anelli e quattro Super Bowl MVP — e non ha ancora finito. Anche a 41, Brady è un quarterback di alto livello e ha i Pats pronti ad avere successo.

Continua a leggere Mostra articoli completi senza pulsante “Continua a leggere” per {0} ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.