Einstein Cita sulla tecnologia Facendo una generazione di idioti

Volevo una panoramica di un meme che vedo online tutto il tempo. È di Albert Einstein che cita: “Temo il giorno in cui la tecnologia supererà la nostra interazione umana. Il mondo avrà una generazione di idioti.” Per prima cosa ho voluto esaminare due aspetti di questo.

In primo luogo, il fatto che Einstein abbia detto queste parole è eRumor, e quindi voglio una panoramica della citazione.

La verità:

Non sono riuscito a trovare alcuna traccia di Einstein che diceva che la tecnologia avrebbe portato a una generazione di idioti. Questa citazione ha circolato Internet per anni, ma e la fonte originale per esso non è mai stata identificata, e non c’è traccia di Einstein che ha detto nonostante le citazioni di Einstein siano archiviate in più database ricercabili.

Alcuni hanno notato che la citazione è sospettosamente vicina a una citazione immaginaria di Einstein apparsa nel film del 1995 “Powder.”Il film, scritto e diretto da Victor Salva, parla di un ragazzo albino di nome Powder che ha la capacità di percepire i pensieri di chi lo circonda. Nella scena in questione, Donald Ripley (interpretato da Jeff Goldblum,” paragona la polvere a una citazione immaginaria di Einstein:

Ripley: è diventato spaventosamente chiaro che la nostra tecnologia ha superato la nostra umanità.

Polvere: Albert Einstein.

Ripley: Ti guardo, e penso che un giorno la nostra umanità potrebbe effettivamente superare la nostra tecnologia.

Non è chiaro se la citazione virale di Einstein sulla tecnologia in qualche modo “si sia trasformata” dalla citazione immaginaria di Einstein da “Powder”, ma questa è una possibilità. Ho trovato una citazione di Einstein che era un po ‘ vicino alla citazione virale su “una generazione di idioti” durante la nostra ricerca, tuttavia. In una lettera del 1946, Einstein scrisse del “deterioramento degli standard etici” derivante dalla tecnologia:

Credo che l’abominevole deterioramento degli standard etici derivi principalmente dalla meccanizzazione e dalla spersonalizzazione delle nostre vite — un disastroso sottoprodotto della scienza e della tecnologia. Nostra Culpa (colpa nostra)!

Tuttavia, Einstein non era sempre così triste per l’impatto della tecnologia sulla società. In un’altra citazione archiviata in “The Ultimate Quotable Einstein” della Princeton University Press, Einstein alludeva alla capacità della tecnologia di porre fine alle guerre:

“La tecnologia risultante dalle scienze ha incatenato a livello internazionale le economie e questo ha fatto sì che tutte le guerre diventassero una questione di importanza internazionale. Quando questa situazione è entrata nella coscienza dell’umanità, dopo sufficienti turbolenze, allora gli uomini troveranno anche l’energia e la buona volontà per creare organizzazioni che hanno il potere di porre fine alle guerre.”

Indipendentemente da come Einstein pensava che la tecnologia avrebbe plasmato la società, stiamo chiamando la sua cosiddetta” generazione di idioti ” citazione finzione perché non c’è traccia di lui mai dicendo che.

Ecco uno degli esempi del Meme che ho trovato:

La gente pensa che se qualcosa è pubblicato su Internet, allora deve essere vero. Era un po ‘ come quando ero un bambino, eppure tutto online allora era informazioni come un’enorme enciclopedia. Ora, le persone pubblicano cose casuali ogni giorno, è la vita. Inoltre, non credo che sia la tecnologia a causare queste persone a fare queste scelte sbagliate. Ad esempio, l’app “Pokomon Go” era una moda passeggera. Un sacco di persone si è fatto male durante la riproduzione di questa applicazione. Questo è stato da camminare negli alberi, nel traffico, e anche fuori scogliere, solo perché erano concentrati sul loro telefono o ipad. Eppure, proprio l’altro giorno, una persona nella zona di St. Louis stava leggendo un libro e camminava ciecamente in strada. Fortunatamente, la sua amica la spinge fuori strada da un’auto. La letteratura esiste da migliaia di anni. Non era il libro che può la sua passeggiata in strada incautamente.

Quindi, non è la tecnologia, ma il focus di ogni singola persona. Io personalmente uso la tecnologia per tutto il tempo, ma la mia interazione umana è più di prima. Ho ancora socializzare fisicamente ancora molto online con gli altri che sono dall’altra parte del mondo su piattaforme come beBee, e Linkedin. Ma so anche che ci sono altri che usano queste stesse piattaforme in modo “zombie”. Non hanno interazione. Sì, a loro piace, condividere e commentare. Questo non è per un rapporto, ma per la gratificazione immediata di vedere gli altri che rispondono a quello che hanno appena postato. Poi il loro” high ” è andato. Questo è il gruppo che credo stia descrivendo la citazione sopra. Descrive coloro che creano una relazione artificiale per sostituire quelli reali usando la tecnologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.