Black History Month: Bob Marley, la storia d’amore con il calcio

Bob Marley illustrazione
la didascalia dell’Immagine di Bob Marley è nato in Giamaica nel 1945, ma è morto nel 1981, all’età di soli 36

“Se volete conoscermi, si dovrà giocare a calcio contro di me e i Wailers.”

Questo è ciò che Bob Marley ha detto una volta a un giornalista. E diceva sul serio.

Lo conosciamo come cantante, scrittore di canzoni, pioniere del Reggae e icona culturale. Ma lo sapevate che il calcio era importante per Bob Marley come la musica?

BBC Sport ha parlato con due amici intimi di Marley, il famoso chef Levi Roots e il fotografo Dennis Morris, del suo amore per lo sport.

  • Guarda: Quando Bob Marley è venuto in Gran Bretagna – iPlayer

‘Il calcio è libertà’

Bob Marley non è mai stato lontano da un calcio. Ogni volta che ha avuto la possibilità, avrebbe avuto un kickabout – se che era tra le sessioni di studio, prima di andare sul palco, o giocare nel parco con i suoi amici.

Il bel gioco gli ha dato una liberazione dalla sua musica, permettendogli di sfruttare il lato più competitivo della sua personalità.

In un’intervista del 1980, disse: “Amo la musica prima che amo il calcio. Se amo il calcio prima forse può essere pericoloso. Amo la musica e poi il calcio dopo. Giocare a calcio e cantare è pericoloso perché il calcio diventa molto violento. Io canto di pace, amore e tutta quella roba, e potrebbe succedere qualcosa, sai. Se un uomo affrontare voi difficile portare sentimenti di guerra.”

” Guardarlo giocare a calcio è stato magico”, Morris, fotografo e amico intimo di Marley, ha dichiarato a BBC Sport: “Non ho mai scattato foto di lui mentre giocava a calcio perché volevo solo vederlo giocare. Perché era la sua gioia, ed era l’unica volta che doveva rilassarsi, quindi era davvero quando avrei messo giù la fotocamera.”

Marley era un fan del club brasiliano Santos FC, ma ha anche supportato la squadra inglese Tottenham Hotspur. Il cantante dei Three Little Birds era un fan del centrocampista argentino degli Spurs, Ossie Ardiles, che ha giocato per il club dal 1978 per un decennio.

Roots descrive la difesa contro Marley in una partita amichevole al Battersea Park di Londra a metà degli anni ’70:” Era così concentrato. Con la palla ai suoi piedi, in esecuzione a voi e il suo obiettivo principale è quello di superare voi, poi a sparare. Era un maestro. Di entrambe le sue passioni.”

Marley morì nel 1981, quattro anni dopo aver scoperto una forma di cancro alla pelle sotto un dito del piede durante una partita di calcio.

Sua figlia ha contribuito a salvare la donna Giamaicana nazionale

Cedella Marley con la Giamaica squadra di calcio Donne 'Reggae Girlz' a Kingston, in Giamaica, il 19 Maggio, 2019's football team 'Reggae Girlz' in Kingston, Jamaica on May 19, 2019
la didascalia dell’Immagine Cedella Marley (in basso, al centro, nel tappo nero), Bob Marley, figlia, posa con la Giamaica squadra di calcio Donne ‘Reggae Girlz’ nel Maggio del 2019

Nel 2018, il Giamaicano nazionale femminile di calcio di squadra, il “Reggae Girlz’ – storia di qualificazione per le loro prime donne del Mondo di calcio Coppa, tenutasi in Francia.

Ciò era in gran parte dovuto al sostegno finanziario della figlia di Cedella Marley – Bob, amministratore delegato dell’etichetta discografica e stilista del suo defunto padre.

È diventata ambasciatrice del team nel 2014 insieme alla Bob Marley Foundation e, con il team in gravi difficoltà finanziarie, ha iniziato a investire il proprio denaro.

Cedella ha detto a BBC Sport nel 2018 suo padre ” probabilmente non sarebbe sorpreso, quando metto il piede in qualcosa, succede qualcosa. Sarebbe come, ‘questa è la mia ragazza’.”

  • Lettura lunga: La storia della tragedia di Khadija Shaw della Giamaica, tenacia & trionfo
  • Ascolta: Cedella Marley, salvatore del Giamaicano calcio femminile

Come quello di Bob Marley canzoni più famose è diventato un Ajax FC canto

Ky-Mani Marley, figlio di Bob Marley durante la UEFA Champions League E la partita tra Ajax Amsterdam e AEK FC al Johan Cruijff Arena su settembre 19, 2018
la didascalia dell’Immagine Ky-Mani Marley, figlio di Bob Marley, di canto, di Tre Uccellini durante una partita della Champions League a Johan Cruyff Arena nel 2018

Nell’estate del 2008, Cardiff City ha giocato Ajax FC nella loro ultima amichevole pre-stagione. Dopo la partita, i tifosi dell’Ajax sono stati tenuti seduti in tribuna fino a quando i tifosi di Cardiff avevano lasciato la zona circostante.

L’annunciatore dell’ormai demolito Ninian Park Stadium, Ali Yassine, fu incaricato di suonare musica per aiutare a mantenere calmi i fan dell’Ajax, ed essendo un grande fan del reggae, scelse “Three Little Birds” di Bob Marley..

La storia racconta che i fan dell’Ajax hanno iniziato a ballare, battere le mani e cantare i testi delle canzoni; ed è diventato l’inno dell’Ajax. Nel 2018, il figlio di Bob Marley, Ky-Mani Marley, ha partecipato a una partita dell’Ajax ed è stato dato l’onore di eseguire “Three Little Birds” alla Johan Cruyff Arena a metà tempo – con i fan del pubblico di casa che cantavano insieme a lui.

Bob Marley – Un’icona di stile indiscussa

Ogni volta che Marley era fuori dal palco era sempre vestito come se fosse pronto a prendere un pallone da calcio e iniziare a giocare proprio lì sul posto.

Costantemente visto in foto con le classiche tute da calcio e numerose maglie da calcio diverse – che variano dalla nazionale giamaicana al kit di casa giallo del Brasile – è giusto dire che il suo amore per il calcio brillava nel suo abbigliamento.

Lo troverai dalla testa ai piedi in felpe di cotone quando giochi nel Regno Unito, con i calzini infilati nei suoi logori stivali firmati Adidas Copa Mundial.

Tuttavia, quando in Giamaica si vedrebbe Marley sfoggia il suo classico 70s pantaloncini e T-shirt combo.

Intorno al banner BBC iPlayer
  • Nuovo dramma – Roadkill: può un ministro del governo superare i segreti del suo passato?
  • Portare il calcio indietro: Dietro le quinte di un club rinato
Intorno al footer BBC iPlayer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.