American cream draft

Immagine.jpeg

L’American Cream Draft è una rara razza di cavallo da draft, l’unica razza sviluppata negli Stati Uniti ancora esistente. Si riconosce per il suo colore crema, noto come “champagne d’oro”, prodotto dall’azione del gene champagne su un colore di base castagno, e per i suoi occhi ambrati, anch’essi caratteristici del gene; l’unico altro colore presente nella razza è il castagno. Come molte altre razze di cavalli da tiro, la crema americana è a rischio per la malattia genetica autosomica recessiva junctional epidermolysis bollosa.

La razza è stata sviluppata in Iowa durante l’inizio del 20 ° secolo, iniziando con una cavalla color crema di nome Old Granny. La Grande Depressione minacciò l’esistenza della razza, ma diversi allevatori lavorarono per migliorare il colore e il tipo della razza, e nel 1944 fu formato un registro di razza. La meccanizzazione dell’agricoltura a metà del 20 ° secolo ha portato ad una diminuzione della popolazione della razza e il registro è diventato inattivo per diversi decenni. È stato riattivato nel 1982 e il numero della popolazione è cresciuto lentamente da allora. Tuttavia, i numeri della popolazione sono ancora considerati critici dalla Zootecnia Conservancy e dall’Equus Survival Trust.

Caratteristiche

Le creme americane hanno teste raffinate, con profili facciali piatti che non sono né concavi né convessi. Hanno petto largo, spalle inclinate e spalle corte e forti. Le loro costole sono ben molle, e sono brevi accoppiati con quarti posteriori ben muscolosi e con forti zampe ben proporzionate ben distanziate. Sono sicuri con zoccoli forti e il loro movimento è libero e facile. Secondo gli appassionati, la razza ha un temperamento calmo e disposto, particolarmente adatto per i proprietari che sono nuovi alla gestione dei cavalli da tiro. Le cavalle sono alte 15-16 mani (60-64 pollici, 152-163 cm) e pesano 1.500–1.600 libbre (680-730 kg), mentre stalloni e castroni sono 16-16, 3 mani (64-67 pollici, 163-170 cm) e pesano 1.800 libbre (820 kg) o più.

Il colore del mantello ideale per la razza è una crema media con pelle rosa, occhi ambrati e criniera e coda bianche. Il caratteristico colore crema della razza è prodotto dal gene champagne. I colori riconosciuti includono crema chiaro, medio e scuro, con occhi ambrati o nocciola. Una cavalla crema con la pelle scura e una criniera chiara e la coda può essere accettata dal registro come base di fondazione, mentre gli stalloni devono avere la pelle rosa e criniere bianche e code per essere registrati. Puledri crema americana di razza che sono troppo scuri per essere accettati nel registro di razza principale possono essere registrati in un registro appendice. L’appendice accetterà anche cavalli da tiro crema mezzosangue incrociate con altre linee di sangue progetto se soddisfano determinati requisiti, e il registro fornisce un sistema di aggiornamento che utilizza cavalli appendice per rafforzare i geni, aumentare i numeri di razza, e consentire linee di sangue più diversificate.

Color genetics

Il gene champagne produce colore diluito, e il colore del corpo champagne oro, pelle chiara, occhi chiari e criniera e coda avorio associati al Draft American Cream sono prodotti dall’azione del gene champagne su una mano di fondo di castagno. Nel cavallo adulto, la pelle è rosa con abbondanti lentiggini scure o screziature, e gli occhi sono nocciola o ambra. Gli occhi dei puledri di champagne sono blu alla nascita, si scuriscono man mano che invecchiano, e la pelle di un puledro è rosa brillante. Il registro di razza descrive gli occhi dei puledri come “quasi bianchi”, il che è coerente con la natura dell’occhio di puledro blu champagne, che è più cremoso di altri tipi di occhi blu.

Lo champagne è un tratto dominante, basato su una mutazione nel gene SLC36A1. La mappatura del gene è stata annunciata nel 2008 e l’American Cream Draft Cross è stata tra le razze studiate. Gli autori di questo studio hanno notato che era difficile distinguere tra animali omozigoti ed eterozigoti, distinguendo così lo champagne da diluizioni dominanti incomplete come il gene crema. Tuttavia hanno notato che gli omozigoti possono avere meno screziature o un colore dei capelli leggermente più chiaro rispetto agli eterozigoti. Rapporti aneddotici notano anche lievi differenze, tra cui lentiggini più leggeri, pelle e pelo, anche se il colore degli occhi rimane lo stesso.

I cavalli da tiro American Cream dalla pelle scura sono in realtà castagne, poiché la razza non è omozigote per il gene dello champagne; solo un allele è necessario per produrre il colore corretto. Lo champagne diluisce qualsiasi colore di base, e nel Draft American Cream, il colore di base genetico sottostante è il castagno. A partire dal 2003, gli scienziati non hanno trovato la razza per trasportare il gene crema, anche se gli allevatori si riferiscono al colore desiderato come “crema”. L’American Cream Draft non è mai cremello o bianco, e sebbene il colore del mantello dorato con criniera e coda bianca assomigli al palomino, le caratteristiche distintive della razza sono il risultato del gene champagne.

Junctional epidermolysis bullosa

La malattia genetica autosomica recessiva junctional epidermolysis bullosa (JEB) è stata trovata in alcune bozze di crema americane. Si tratta di una malattia genetica letale che fa sì che i puledri appena nati perdano ampie aree di pelle e abbiano altre anomalie, che normalmente portano all’eutanasia dell’animale. È più comunemente associato ai cavalli belgi, ma si trova anche in altre razze da tiro. Un test del DNA è stato sviluppato nel 2002, e JEB può essere evitato fino a quando due vettori non sono allevati l’uno all’altro. L’American Cream Registry afferma che è “stato proattivo nel testare i suoi animali registrati da quando è stato scoperto JEB”.

Storia della razza

L’American Cream è l’unica razza di cavallo da tiro sviluppata negli Stati Uniti che esiste ancora oggi. La razza discende da una cavalla di fondazione di nome Old Granny. Fu probabilmente allevata tra il 1900 e il 1905, e fu notata per la prima volta in un’asta nella contea di Story, Iowa, nel 1911 e acquistata da Harry Lakin, un noto rivenditore di borsa. Alla fine è stata venduta alla Nelson Brothers Farm a Jewell, Iowa. Il suo allevamento non è noto, ma era color crema e molti dei suoi puledri erano pure; hanno venduto a prezzi superiori alla media a causa del loro colore. Il suo cappotto color crema, la pelle rosa e gli occhi ambrati stanno definendo gli standard per la razza, e il colore è ora conosciuto come champagne d’oro. Nel 1946, due anni dopo la formazione del registro di razza, il 98% dei cavalli registrati poteva essere ricondotto alla vecchia nonna.

Nel 1920, un puledro di Old Granny’s di nome Nelson Buck No. 2 impressionò il veterinario Eric Christian al punto che Christian chiese ai Nelson di non gelarlo. Hanno accettato di lasciarlo rimanere uno stallone, e ha generato diversi puledri color crema, anche se solo uno è stato registrato: un puledro di nome Yancy No. 3, la cui diga era una cavalla nera di allevamento Percheron. Yancy ha generato Knox 1st, nato nel 1926 da una cavalla della baia non registrata di discendenza mista della Contea. Da questa linea di sire, nel 1931, nacque un pronipote del Buck di Nelson, chiamato Silver Lace n.9. Silver Lace doveva diventare uno degli stalloni più influenti della razza Crema americana. La sua diga era una cavalla belga con colorazione castagna chiara, e lei è accreditato con la dimensione del pizzo d’argento – a 2.230 libbre (1.010 kg) pesava molto più della maggior parte della sua linea di sangue. Silver Lace divenne rapidamente uno stallone popolare in Iowa. Tuttavia, stalloni in piedi per il servizio pubblico stallone in Iowa sono stati tenuti ad essere registrati con il Dipartimento dell’Agricoltura Iowa, e questa agenzia ha permesso solo cavalli di razze riconosciute. Poiché Silver Lace non era registrato in alcun registro di razza, i suoi proprietari crearono un sindacato di allevamento e i proprietari di cavalle che acquistavano azioni della “Silver Lace Horse Company” potevano allevare le loro cavalle a lui. Tuttavia, la sua carriera di allevamento principale coincise con le lotte economiche della Grande Depressione, e Silver Lace fu a un certo punto nascosto nel fienile di un vicino per impedirne la vendita all’asta. Un altro importante stallone di fondazione era il capitano di Ead, le cui linee di sangue appaiono in circa un terzo di tutte le bozze di Crema americane.

Intorno al 1935, nonostante la depressione, alcuni allevatori iniziarono a linebreed e inbreed color crema cavalli per fissare il loro colore e tipo. In particolare, C. T. Rierson ha iniziato a comprare fattrici color crema sired by Silver Lace e sviluppare la razza crema americana sul serio. Nel 1944, un’associazione di razza, l’American Cream Association, fu formata da 20 proprietari e allevatori e concesse una carta aziendale nello stato dell’Iowa. Nel 1950, la razza fu finalmente riconosciuta dal Dipartimento dell’Agricoltura dell’Iowa, sulla base di una raccomandazione del 1948 del National Stallion Enrollment Board.

La meccanizzazione dell’agricoltura a metà del 20 ° secolo ha portato ad una diminuzione della popolazione complessiva di cavalli da tiro, e con la morte di Rierson nel 1957, il numero di Draft American Cream ha iniziato a declinare. Alla fine del 1950 c’erano solo 200 creme americane viventi registrate, di proprietà di soli 41 allevatori. Il registro rimase inattivo fino al 1982, quando tre famiglie che avevano mantenuto le loro mandrie riattivarono e riorganizzarono il registro. Nel 1994, l’organizzazione cambiò ufficialmente il suo nome in American Cream Draft Horse Association (ACDHA).

1990s to the present

Nel 1982, i proprietari hanno iniziato a digitare il sangue nei loro cavalli, e nel 1990, i test genetici hanno scoperto che “rispetto ad altre razze da tiro e sulla base dei dati dei marcatori genetici, le Creme formano un gruppo distinto all’interno dei cavalli da tiro.”L’American Cream Draft è risultato avere una relazione genetica con la razza belga che non era più vicina di quelle che aveva con le razze Percheron, Suffolk Punch e Haflinger. Registri del registro incontri ai primi anni del 20 ° secolo non mostrano linee di sangue diverso da progetto di allevamento. A partire dal 2000 c’erano 222 cavalli registrati, un numero che è aumentato a 350 a partire dal 2004. Di questi, 40 erano “cavalli di monitoraggio” – o creme americane di razza pura che non soddisfacevano i requisiti di colore o cavalli incrociati che mescolano American Cream e altri progetti di sangue, ma soddisfano ancora i requisiti fisici per il registro. Questi cavalli di tracciamento sono consentiti da alcune normative per essere utilizzati come allevamento, con i puledri risultanti in grado di essere registrati come creme americane di razza. Ogni anno vengono registrati circa 30 nuovi cavalli. La Zootecnia Conservancy considera la razza allo stato “critico”, il che significa che la popolazione globale stimata della razza è inferiore a 2,000 e ci sono meno di 200 registrazioni all’anno negli Stati Uniti. L’Equus Survival Trust considera anche la popolazione “critica”, il che significa che oggi esistono tra le 100 e le 300 fattrici adulte attive. Per aiutare a ricostituire i numeri, l’ACDHA ha sviluppato regolamenti per consentire ai puledri di essere registrati quando prodotti tramite metodi come l’inseminazione artificiale e il trasferimento di embrioni. L’uso attento del registro dell’appendice consente anche di aumentare i numeri.

Le creme americane che vivono a Colonial Williamsburg sono state definite “il più famoso di tutti i cavalli da tiro alla crema americani”. Nel villaggio sono utilizzati per vagoni e gite in carrozza, e a partire dal 2006 c’è un programma di allevamento gestito da Colonial Williamsburg che sta lavorando per aumentare il numero di razze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.