Alimenti indigeni dell’emisfero occidentale

Camas blu

Camassia quamash

Di Jeremy Trombley

Questi tuberi della famiglia lily erano un punto fermo di molte comunità indigene nel nord degli Stati Uniti. È importante notare, tuttavia, che i bulbi assomigliano a quelli dei loro parenti stretti the Death Camas, che, come suggerisce il nome, è estremamente tossico. Al fine di assicurare una corretta identificazione, i bulbi sono meglio raccolti quando la pianta è in fiore.

Descrizione

Il camas blu, noto anche come il grande camas, camas dolci, e camas commestibili, è una pianta perenne che cresce da grandi bulbi. I fiori sono raggruppati, fioriscono in tarda primavera e sono di colore blu brillante. La pianta può essere trovata nei prati intorno agli Stati Uniti occidentali settentrionali e al Canada meridionale.

Usi alimentari

Camas è un fiocco di molti gruppi indigeni nella sua zona natale, ed è stato spesso scambiato con gruppi al di fuori di quella regione. I bulbi venivano solitamente raccolti con un bastoncino e consumati rapidamente, poiché non si conservavano per molto tempo. Per preparare i bulbi, di solito venivano cotti a vapore in fosse.

Alcuni gruppi indigeni coltivavano appezzamenti di camas, che erano di proprietà di individui e passati di generazione in generazione. Appezzamenti sono stati cancellati di pietre, pennello e piante invasori, e raccolti ogni anno raccogliendo diversi grandi sacchi pieni di bulbi ogni volta. I bulbi venivano cotti a vapore tutti insieme in enormi fosse fiancheggiate da alghe e rami, a volte per giorni alla volta. Il sapore dolce dei bulbi li rende un’aggiunta eccellente a molte confezioni diverse tra cui il gelato indiano a base di bacche di sapone. Cucinare i bulbi converte il semplice zucchero inulina in fruttosio, che è ciò che rende i bulbi un sapore dolce.

Risorse

Valori nutritivi degli alimenti nativi di Warm Springs Indians – Blue Camashttp://food.oregonstate.edu/native/camas.html Kuhnlein, Harrie. Alimenti vegetali tradizionali delle popolazioni indigene canadesi: nutrizione, botanica e uso. 1 ° ed. Taylor & Francis, 1991.Turner, Nancy J. Piante alimentari dei primi popoli costieri. University of British Columbia Press, 2007.

Davidson, Alan. Il compagno di Oxford al cibo 2 ° Ed. 2 ° ed. Oxford University Press, USA, 2006.

Gibbons, Euell. Stalking gli asparagi selvatici. Guida sul campo ed. New York: D. McKay, 1962.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.